FOTO DELLE ISOLE TUVALU (DESTINATE A SCOMPARIRE SE LE NAZIONI NON DIMINUIRANNO L'EMISSIONE DI GAS SERRA)

venerdì 2 novembre 2007

INVECE DEL DISSALATORE DEL CHIDRO PENSIAMO ALL'ENERGIA SOLARE...

Si nota con un certo disappunto come sulla stampa locale siano presenti alcune dichiarazioni di esponenti politici sulla necessità del dissalatore del Chidro. Addirittura, secondo la stampa, l'Assessore Losappio, a margine di una conferenza, avrebbe paventato che senza la diga di Pian dei Limiti o il dissalatore del Chidro a Gennaio 2008 ci sarebbe una grave crisi idrica nel Salento. Peccato che la costruzione del dissalatore porta via non pochi mesi ma anni... con buona pace del 2008. Secondo me, la stampa ha riportato in maniera errata delle dichiarazioni dell'assessore Regionale all'Ambiente, che è persona preparata e conosce i tempi di costruzione di un dissalatore. Allora perchè la stampa riporta così di frequente esternazioni sul dissalatore del Chidro? Conviene ricordare alcune cose.Il comune di Manduria ha datro il suo parere negativo per problemi di impatto ambientale. Chiaramente, occorre rispettare la sovranità del comune jonico nelle sue decisioni. Inoltre, la necessità del dissalatore del Chidro emerge dalla carenza idrica dell’area salentina, carenza dovuta principalmente alle perdite idriche. L’attuale dirigenza dell’AQP, nel suo piano industriale, ha previsto sostanziali investimenti (220 milioni di euro) per questo problema, considerando il recupero delle perdite una delle priorità della politica industriale dell’Acquedotto Pugliese. Condividendo in pieno questa politica, penso che debba essere considerata seriamente la possibilità di incrementare tale ricerca con i soldi stanziati per il dissalatore, visto che tale opera non si farà per problemi di impatto ambientale. Si parla, mi pare, di 40 milioni di euro.Se pertanto il Partito democratico deve ripartire, deve ripartire principalmente dalle energie alternative, in particolar modo dall’energia solare. Perché non facciamo in modo di attirare in Puglia la ricerca e la produzione per il solare, come ad esempio per sperimentare realizzazioni di centrali solari ? Propongo di sperimentare in Puglia le centrali elettriche termiche (il solare termodinamico caro al Prof. Rubbia) I risparmi in termini di salute ed energetici sarebbero enormi. Inoltre, in Puglia si potrebbe formare una classe imprenditrice e scientifica che potrebbe esportare nel mondo i risultati, con le ovvie ricadute occupazionali. E invece pensiamo ai dissalatori... che tristezza !!!

2 commenti:

Marcello ha detto...

Questo è il nostro ultimo contributo per la difesa del fiume Chidro:
http://it.youtube.com/watch?v=vCYE_qfKf1E

Saluti
Marcellofilonide

BastaManduria ha detto...

Il dissalatore a chidro per recuperare acqua...
che si butta in mare a specchiarica col depuratore di manduria/sava.
Nel resto del mondo le acque dei depuratori (quando non avelenate) si usano in agricoltura non x distruggere il mare.
La'..zione di Manduria non si smentiosce mai di qualunque colore sia! MA I CITTADINI??? SONO ANCORA COME 20 ANNI FA? ...SOB!!