FOTO DELLE ISOLE TUVALU (DESTINATE A SCOMPARIRE SE LE NAZIONI NON DIMINUIRANNO L'EMISSIONE DI GAS SERRA)

domenica 17 maggio 2009

CENTRALI NUCLEARI ? MA PER FAVORE...

Sinora non ho mai parlato del nucleare e dell’idea di voler far tornare le centrali nucleari in Italia. Pensavo (forse un po’ ingenuamente) che fosse una strategia globale per far diminuire i prezzi del petrolio (che, in effetti, sono diminuiti dopo le dichiarazioni e l’idea da parte di alcuni governi di sottoscrivere un programma nucleare globale). Purtroppo, è stato approvato dal Senato il Disegno di Legge concernente “Disposizoni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese nonché un materia di Energia” che parla concretamente di nucleare in Italia e che, tra l’altro, pone il nucleare prodotto in Italia come preferenziale (dopo le fonti energetiche rinnovabili) per la produzione di energia elettrica. Il decreto da delega al governo l’emanazione ( entro Giugno 2009) dei criteri per la realizzazione degli impianti nucleari e dei sistemi di stoccaggio dei rifiuti radioattivi sul territorio nazionale. In altre parole, in poco più di un mese dovranno stabilire come individuare i luoghi dove realizzare gli impianti e stoccare i rifiuti radioattivi. Queste aree saranno poi (lo dice il decreto) “aree di interesse strategico nazionale, soggette a speciali forme di vigilanza e protezione” (e meno male che siamo in democrazia). Pertanto, occorre cominciare a parlarne.. e urgentemente
Possiamo tranquillamente affermare quanto segue:
a) Le centrali nucleari non sono intrinsecamente sicure. Ad esempio, lo scorso anno c’è stato, nel sito nucleare francese di Tricastin. il riversamento accidentale di acque contenenti uranio nei fiumi circostanti. Le autorità hanno pure chiesto agli abitanti della regione di non bere acqua e di non mangiare pesce, vietando anche di bagnarsi nelle acque contaminate. Immaginate cosa succederebbe se ci fosse una centrale nel Salento… vicino posti come Porto Cesareo o altro
b) C’è il problema delle scorie radioattive (lo stoccaggio), che nessuno sinora ha risolto. Gli Stati Uniti hanno stanziato tempo fa 50 miliardi di dollari per cominciare a studiare come farlo in zone che, però, erano già radioattive perché usate per test nucleari. Zone deserte… Da noi, come faranno, con la densità di popolazione che abbiamo?

E per ora mi fermo qui, ma tornerò sull’argomento, sia per dire quello che sta succedendo che per dare un’idea, anche scientifica, di quello che ci aspetta. Per ora, dobbiamo evitare che queste centrali siano realizzate in Italia. Le energie rinnovabili sono di gran lunga preferibili… e più sicure.

1 commento:

Motore di Schietti ha detto...

In qualsiasi punto del pianeta scavando a poche centinaia di metri si trova calore. In particolare in decine di migliaia di punti ci sono sacche magmatiche sfruttabili con apposite centrali geotermiche della stessa potenza di una centrale nucleare. Le centrali geotermiche di Larderello producono il 25% dell'energia elettrica necessaria in Toscana.

Risulta evidente che se lo scopo delle centrali nucleari fosse quello di produrre calore, converrebbe, a minor prezzo, senza inquinare e senza consumo di materie prime, costruire centrali geotermiche.

Le centrali nucleari sono un importante prova del complotto globale per produrre energia nel modo più costoso e inquinante possibile.

Si tratta di un complotto globale, è spiegato benissimo su questo sito
http://domenico-schietti.blogspot.com/2009/10/la-storia-del-potere-in-base-al.html

Sono tutti d’accordo a boicottare la Serpentina di Schietti, le Navi di Schietti, il Motore di Schietti, e tanti altri metodi per produrre energia pulita come la geotermia, e quindi si tratta di un complotto per cambiare il clima, causare povertà e alimentare l’odio tra i popoli per generare guerre.

Non è difficile da capire, se scoppia una guerra aumentano le richieste di fucili, cannoni, missili, aerei e bombe. I produttori di armi hanno interesse che i popoli litighino fra loro e quindi pagano agenti provocatori.

Se cresce la povertà aumenta il numero dei ladri quindi aumentano le spese per la polizia, i controlli, i sistemi di sicurezza, le prigioni e la giustizia. Chi dovrebbe combattere la malvivenza in realtà ha interesse che ce ne sia sempre di più e quindi paga agenti per creare disordini e crisi economiche.

Se crescono i consumi di energia aumentano gli introiti per i produttori di petrolio che quindi boicottano l’energia pulita pagando agenti appositi che promuovano l’utilizzo del loro prodotto a danno di quello degli altri.

Se vengono costruite grandi opere ci saranno grandi affari per i costruttori edili al punto che ne vorranno sempre di più grandi e inutili pagando agenti perchè pubblicizzino l’utilità di opere costosissime.

I poteri occulti spesso sono aziende che hanno convenienza quando aumentano i problemi e quindi che si sono unite per creare un governo mondiale ombra e una rete di agenti incaricati di creare il caos in tutto il mondo per causare guerra, povertà, cambiamento climatico.

Fonti:
http://domenico-schietti.blogspot.com